♠
clicca sull'immagine per la dimensione parallela

mercoledì 21 febbraio 2018

Pablo Picasso



Pablo Picasso - L'Вtreinte (1969)



Anfora con cervo



Anfora con figura di cervo (ca. 550-525 a.C.)
Clazomene, Antica Grecia
Argilla - Museo statale Ermitage, San Pietroburgo



Claude Verlinde



Claude Verlinde - Remerciements (1996)
Huile sur toile marouflée sur bois - 103 x 68 cm



Miro Johannes





Invasione giapponese della Manciuria



Chinese Americans in Chicago protest the Japanese invasion of Manchuria, 1931


Il 18 settembre 1931, i giapponesi lanciarono un offensiva in Manciuria e, in pochi giorni, occuparono i punti strategici della Manciuria meridionale. Sin dall'inizio l'invasione risultò essere un atto d'aggressione del Giappone, pre-pianificato, attentamente e sistematicamente portato a termine. L'operazione militare giapponese in Manciuria fu una vera e propria "guerra" e l'atto d'aggressione portato a termine deliberatamente con un "cinico e totale disprezzo" degli obblighi giapponesi a rispettare il Patto Briand-Kellogg, del 1928, riguardante la rinuncia alla guerra come strumento della propria politica nazionale.

[+]



Fëdor Dostoevskij





Salasso



Nel medioevo i medici credevano che la maggior parte delle malattie fossero in realtà causate da una quantità eccessiva di liquido nel corpo del paziente. Per "trattare" questo eccesso, usavano un "Flem", un dispositivo appuntito con il quale praticavano un salasso. La procedura nella maggior parte dei casi non funzionava.



.





Carl T. Gosset Jr.



Carl T. Gosset Jr. - Just Before 4 P.M., Looking East Across Times Square, New York City, 1959



Francesco Francavilla





Preti robot (buddisti) per funerali più economici: succede in Giappone




Pepper, un robot umanoide sviluppato da SoftBank Robotics, ha assunto numerosi lavori da quando è arrivato sul mercato due anni fa. Pubblicizzato come il primo robot capace di leggere le emozioni umane, Pepper in Giappone è usato in banche, negozi di sushi e case di cura dove funge solitamente da receptionist, identificando i visitatori tramite il suo software di riconoscimento facciale, offrendo informazioni o anche semplicemente chiacchierando con le persone. Ma Pepper ha recentemente trovato un nuovo lavoro: il prete buddista per i clienti che cercano di ridurre i costi funebri.

Nissei Eco, una società che offre servizi funebri, ha recentemente lanciato una nuova campagna per i clienti “attenti al budget”, e che sono disposti ad accettare un robot che cantano mantra e recitano sutri, anziché un sacerdote umano. Questo permette di dimezzare i costi del funerale.

I robot buddisti indossano abiti e vestiti tradizionali da sacerdote, ma Nissei Eco spiega che il loro servizio è rivolto principalmente a clienti laici in cerca di alternative più economiche ai rituali tradizionali. 



ore 12:00 - momento zen



NÈ CARNE NÈ PESCE: LA CARNE DI COCCODRILLO ARRIVA IN
ITALIA ED E’ DA PREPARARE RIGOROSAMENTE ALLA BRACE

Nella vecchia fattoria c’è il maiale, c’è la mucca e…il coccodrillo! Qualcuno dirà che con tutto il ben di Dio che si può grigliare, arrostire e rosolare in Italia, non si sentiva forse il bisogno di portare in tavola anche la carne di questo coriaceo rettile africano; ma nel mondo della globalizzazione, si sa, anche i confini gastronomici tendono a sfaldarsi. E allora, per i più curiosi, presto si potranno assaggiare filetti, spiedini e coda fritta di coccodrillo.

Amatissima in Australia, Sud Africa e nel sud degli Stati Uniti, esportata e apprezzata in quasi tutta Europa già da anni, fino a poco fa la carne di coccodrillo in Italia era tabù: una legge del 1972 imponeva che l’animale fosse importato vivo e poi macellato. Una procedura che non ha solleticato lo spirito imprenditoriale dei re della carne italiani. Qualcuno, a dirla tutta, ci aveva provato. Ma nel 2008, il ministero della Salute ne aveva bloccato l’import. E nel 2012 e nel 2013, nell’entroterra ligure, un paio di ristoratori erano stati sanzionati e costretti a distruggere la carne acquistata.

continua a leggere su braciamiancora



v3n3zia



Tacito





ore 10:00 - coffee break





Valerio D’Ospina



Valerio D’Ospina - Cattedrale di Milano (2014)
Oil on canvas



The Feast of Herod



Circle of Frans Francken the Elder - The Feast of Herod (16th or 17th century)



Pavlov's Dog - Early Morning On





Bon dgiorno!

(lingua Franca Mediterranea, detta anche Sabir, fu un idioma pidgin "di servizio" parlato in tutti i porti del Mediterraneo tra l'epoca delle Crociate e tutto il XIX secolo)





"Avete la fortuna di non capire un cazzo
e vi lamentate pure."


: :  Delenissima@msdebora77  : :


. . .



.






Good Night! (Dormire per sempre) ☩ Gandhi ☩





martedì 20 febbraio 2018

.





Christian Bienefeld





Rene Magritte



Rene Magritte - The victory (1939)
Oil on canvas - 53.5 x 72.5 cm



Zhang Jingna



Zhang Jingna - Memento-Mori
dalla serie: “Motherland Chronicles”



Canyon 105 di Waqas Malik





La Plata Rugby Club: la squadra "desaparecida"




Otilio fu il primo. L'inizio e la fine. La condanna a morte per il Mar Del Plata. Bastava poco, al tempo del regime dei colonnelli di Jorge Videla, per essere marchiati come rivoluzionari ed eversivi. Marchio che, nella maggior parte dei casi, comportava la morte o la sparizione. Del fenomeno dei desapareçidos ne parliamo spesso. Questa storia si inserisce nello stesso contesto, nell'Argentina della fine degli anni Settanta. Quella dei dissidenti gettati al volo dagli aerei e dei loro figli affidati ai carnefici dei genitori.
Tutto iniziò da Otilio, dicevamo. Un po’ rugbysta, un po’ ribelle. Di anni ne aveva 27. Otilio aveva semplicemente partecipato ad alcuni eventi del movimento studentesco, giudicato ostile al regime.
Venne ritrovato in riva ad un fiume, le mani legate ed una pallottola in testa. La morte del ragazzo scosse la squadra che decise di tributargli un minuto di silenzio. Terminato il minuto, l'arbitro fischio l'inizio dell'incontro. Nessuno si mosse. Un silenzio tombale era precipitato su tutto lo stadio. E nessuno avrebbe mosso un dito per ben 10 minuti.
Un gesto coraggioso, per alcuni un gesto da folli. Perché nell'Argentina di Videla le morti ‘sospette’ andavano cancellate, rimosse, dimenticate. Quel minuto di silenzio era un gesto di ribellione, di voglia di non tacere, di tributo ad un compagno morto. Divenne invece la loro condanna a morte.
'Non potranno mica ucciderci tutti’, pensarono. Si sbagliavano. I giocatori del Mar Del Plata iniziarono a morire uno dopo l'altro. Incidenti, si diceva all'inizio. Dopo un po’ il regime non si prese neanche il disturbo di negare l'evidenza. Li uccisero tutti tranne uno, Raul Barandiarian. Unico sopravvissuto dei 18 componenti della squadra la cui unica colpa era stata quella di non voler tacere. Raul riuscì a scampare, in qualche modo, alla morte. Riuscì quindi a raccontare la storia sua e dei suoi compagni, la storia di una dittatura feroce e di un un gruppo di rugbisti che avevano deciso di sfidarla.



da: cannibali e re

Giuseppe Ungaretti




da: Trasfigurazione
: :  G. Ungaretti  : :

[...]

Come una nuvola
mi filtro
nel sole

Mi sento diffuso
in un bacio
che mi consuma
e mi calma.


. . .



Bordo con decorazione floreale



Bordo con decorazione floreale 
Le Livre des hystoires du Mirouer du monde, Parigi XV sec. 
BnF, Français



.





Arthur Rothstein



Arthur Rothstein - A snowy street in Parkersburg, West Virginia, February 1940



“Wrong Century” by Tomas Kucerovsky




FAUCI





ore 12:00 - momento zen





NYC





Achille Campanile





ore 10:00 - coffee break





borda (su deviantart)



borda - Love Slowly Kills VI
Oil painting



Joris and Jacob Hoefnagel



Joris and Jacob Hoefnagel - Allegory of Life and Death (1598)



Dion & The Belmonts - I Wonder Why





Ábayawé!

(lingua Fore, lingua Kainantu-Goroka della famiglia delle lingue trans-Nuova Guineane, parlata nel distretto di Gorokat, Papua, Nuova Guinea)





"Se ti trovi faccia a faccia con un orso,
cantagli una canzone di Gigi D'Alessio;
tu morirai lo stesso ma almeno
soffrirà un pò anche lui."


: :  Roberto Loberto  : :


. . .



.





Good Night! (Dormire per sempre) ☩ Italo Calvino ☩





lunedì 19 febbraio 2018

.





Wunderkammer






Louis Janmot



Louis Janmot - Portrait de l'artiste (1832)



Karl Rothenberger





Natalino Balasso



"Trovo scioccante che Berlusconi dica che i giovani disoccupati si alzano a mezzogiorno e vanno in discoteca. Non pensavo che le discoteche aprissero così presto!
- In ogni caso solo in questa nazione di guitti un tizio interdetto dai pubblici uffici per avere truffato lo stato può andare in tv a firmare un contratto con gli italiani, alla presenza del guitto Vespa. Dimentica però una cosa la coppia di montabanchi: i contratti vanno controfirmati."

: :  Natalino Balasso  : :




quando penso a uno mi viene in mente l'altro



.



scusami Natalino se ho costretto la tua immagine a condividere il post con questa gente.



Christoph Schulz